Napoli per l'autismo - Napoli per l'autismo

Napoli per l'autismo
Vai ai contenuti
Autismo è osservare il mondo da un'altra prospettiva



In evidenza

Audizione Commissione Affari Sociali
Mercoledì 05 Giugno 2019 La Dott.ssa Luisa Russo, Responsabile del Centro Unico Aziendale per la Salute Mentale in età evolutiva della Asl Napoli 1 Centro, è stata invitata in Parlamento, dalla Commissione Affari Sociali per partecipare ad una discussione congiunta relativa alle risoluzioni in materia di disturbi dello spettro autistico. In tale sede ha illustrato i percorsi attuati in questi anni attraverso l'applicazione del Progetto PASS (Progetto Adozione Scolastica e Sociale) in collaborazione con i genitori dei bambini e dei ragazzi autistici (a partire dai quartieri Vomero/Arenella di Napoli) e con l'Associazione "La Città Adattabile - Napoli per l'autismo".

Di seguito il video dell'audizione, unitamente ad una considerazione personale della Dott.ssa Russo:

"Oggi è stata una giornata importante per i genitori, gli insegnanti, gli operatori socio-sanitari e tutti quelli nella comunità che si attivano quotidianamente per favorire il miglioramento della qualità di vita dei bambini e ragazzi con Autismo: sono stata convocata a Roma in Commissione Affari Sociali per parlare del Pass, il nostro Progetto di Adozione Scolastica e Sociale.
Mi è stato molto chiaro, anche ascoltando gli altri relatori, che la novità del Pass sta nel fatto che antepone i percorsi inclusivi a quelli più tradizionalmente terapeutico-abilitativi ( pur di fondamentale importanza!).
Mentre è ancora forte il riferimento a strutture, nel Pass si fa riferimento a servizi da erogare nei luoghi di vita del bambino e del ragazzo autistico.
In altre parole i luoghi riprendono la parola che gli è stata tolta lentamente ma inesorabilmente in tutti questi anni dopo le due leggi fondamentali sui diritti umani: la legge Falcucci del 1977, che chiude le scuole speciali per minori con disabilità e la legge Basaglia del 1978, che chiude i manicomi.
Il tema dei luoghi in entrambe queste leggi aveva un’importanza fondamentale: non si può “curare” un bambino ( come anche un adulto) in luoghi che non gli appartengono e dunque considerarli solo “ malati “da riabilitare in qualsiasi posto. Il Pass, dunque, anteponendo l’importanza dei luoghi significativi di vita dove avvengono le trasformazioni esistenziali, si riaggancia fortemente a tale tradizione avendo il coraggio di lavorare in continuità con i principi contenuti nelle due leggi che, lo ricordo, tutto il mondo ci invidia ma che spesso trovano ancor oggi molte resistenze da parte di chi antepone la
“ cura” al “prendersi cura” e le “strutture” al posto dei luoghi di vita.
Etica e scienza, diritti e cura dovrebbero essere sempre insieme in un binomio inscindibile...qualche volta, ahimè, ce ne dimentichiamo e così facendo restringiamo diritti e libertà di chi ha un diverso modo di essere e di percepire il mondo!"  
Luisa Russo
(Intervento Dott.ssa Russo: da min.34:43 a min.51:50 - Intervento conclusivo da 1:24:08 a 1:27:30)
Progetto "Aeroporto Amico"
2 Aprile 2019 - Giornata della consapevolezza dell'autismo
Tutte le iniziative





La Città Adattabile
il trailer del documentario di Giuseppe Mastrocinque

RAI RADIO 3 - Luisa Russo sull'autismo -
Lettera di risposta
Pubblichiamo la lettera scritta dalla Dottoressa Luisa Russo in risposta alle affermazioni fatte da un suo collega ai giornalisti della trasmissione Le iene nel servizio dell'11 dicembre 2018

"Ti piacerebbe essere normale?" Il racconto di un papà speciale
Intervista al Dott. Giuseppe Limongelli pubblicata sul Periodico "Trinità e liberazione"
Panorama: Articolo del 28 febbraio 2018

Progetto "PASS"
Il Progetto "PASS" - Un modello evolutivo per l'autismo
Napoli per l'autismo - Social Club
Luogo di integrazione culturale autismo e dintori
Responsabile: Dott.ssa Luisa Russo
Centro Unico Aziendale per la salute mentale in età evolutiva - Asl NA1
Tel. 081.2549854-53

Grafica e web design: Gianluca Patti
Torna ai contenuti